Scopri le incredibili grotte dei templi della Malesia

Asia

Le grotte sono attrazioni turistiche e oggetti di interesse scientifico in tutto il mondo, ma nel sud-est asiatico sono anche luoghi di culto. Gli speleologi escono ed entrano i fedeli. I turisti ci sono ancora, ovviamente, del resto una grotta trasformata in tempio può essere ancora più interessante di una grotta senza fede.

La Malesia è uno dei paesi al mondo in cui è più comune trasformare le grotte in templi. Secondo il sito web Grotte della Malesia, le grotte dell'Asia sono da secoli luoghi religiosi, soprattutto per indù e buddisti. Ma aspetta un attimo! La Malesia non è un paese musulmano? Sì, ma gran parte della popolazione malese è di origine indiana e cinese. Gli immigrati hanno portato altre religioni, che convivono pacificamente. Un certo professore Joseph Hobbs – un individuo che nemmeno la sacra Wikipedia è riuscita ad aiutarmi a capire chi fosse – ha detto che ‘gli usi più incredibili e vibranti delle grotte come luoghi di culto' sono sparsi nei circa 200 km che separano Kuala Lumpur, capitale della Malesia, da una città chiamata Ipoh, che è la capitale di uno degli stati malesi. In totale ci sono più di 50 grotte che sono templi in Malesia. Abbiamo visitato i tre più importanti – Sam Poh Tong e Barile d'argentoche sono vicini a Ipoh, e il più famoso di tutti, il Grotte di Batuche sono vicini a Kuala Lumpur.

Grotte di Ipoh - Malesia

Grotta di Sam Poh Tong: le immagini condividono lo spazio con le stalattiti.

Barile d'argento

La mia guida della Malesia dice che le due principali attrazioni turistiche di Ipoh sono un campo da calcio e l'edificio di una famosa banca internazionale. E quando dico campo da calcio intendo un campo: un prato e niente più. Cosa diavolo porta i turisti in questa città? La risposta è Barile d'argento, che è stato utilizzato come tempio buddista per quasi 100 anni. Quasi 40 statue di Buddha occupano il luogo, inclusa la più grande del paese, un Buddha seduto alto 12 metri. I dipinti decorano le pareti della grotta. Dall'alto di Barile d'argento È possibile avere una vista panoramica dell'intera regione di Ipoh, ma per arrivarci bisogna salire i quasi 500 gradini che tagliano la grotta.

Sam Poh Tong

Grotte della Malesia

Questo tempio buddista si trova all'ingresso di Ipoh. La grotta fu scoperta da un cinese, che poi decise di viverci e, ovviamente, di trasformare il luogo in un tempio. I giardini di Sam Poh Tong sono stati votati come i più belli della Malesia e ospitano quasi 300 tartarughe.

Ipoh si trova sulla strada tra Kuala Lumpur e l'isola di Langkawi. Basta una breve sosta per vedere le due grotte, che si trovano a lato della strada. I più interessati (speleologo modalità attivata) possono trascorrere qualche giorno in città ed esplorare le quasi 30 grotte usate come templi che si trovano nella regione. Inoltre, è saggio evitare di trascorrere troppo tempo in città, che è abbastanza carina, ma non offre altro che le grotte, il campo da calcio e l'edificio della banca.

Grotte di Batu, le più famose della Malesia

Alcuni dicono che siano la principale attrazione turistica del paese, una sorta di Cristo Redentore della Malesia. Ma non è sempre stato così: qualche secolo fa Grotte di Batu non erano altro che un'importante fonte di guano per i residenti della regione. Fino a quando un mercante indiano rovinò l’attività di raccolta dello sterco di pipistrello e vi aprì un tempio, nel 1890.

262 gradini portano in cima alla grotta principale e la sfida più grande non è certo lo sforzo fisico: è davvero difficile evitare le centinaia di scimmie che corrono dietro ai turisti chiedendo cibo. E ci riescono quasi sempre, anche se a volte lo fanno rubando a esseri umani disattenti.

Accanto alla scalinata si trova la statua dorata di Muragan, un dio indù, alta 42 metri. Oltre alla grotta principale, è aperta al pubblico anche una grotta buia che ospita pipistrelli, innumerevoli scarafaggi e rarissimi ragni, ma per questa imperdibile attrazione è necessario pagare l'ingresso. Quindi, non a causa dei pipistrelli, degli scarafaggi e dei ragni, abbiamo lasciato da parte questo tour. La terza grotta che completa le Grotte di Batu è la Villa, anch'essa richiede l'ingresso, ma non ha pipistrelli e non richiede al visitatore di salire tutti i 262 gradini.

Le Grotte di Batus si trovano in un quartiere di Kuala Lumpur, a 13 km dal centro della città, e la moderna metropolitana KL ti lascia davanti alla porta per meno di R $ 1. Le grotte sono il più grande centro di culto indù fuori dall'India.

Leggi anche: Dove alloggiare a Kuala Lumpur

Grotte di Batu – Kuala Lumpur

Viaggerai? L’assicurazione di viaggio è obbligatoria in decine di paesi ed essenziale in vacanza. Non lasciarti senza protezione in Malesia. Scopri come ottenere un'assicurazione con il miglior rapporto costi/benefici per il Paese e con un buono sconto.

Iscriviti alla nostra newsletter